Author: Valeria

BLACK DAHLIA

Ph. Valeria Faella // 

Non l’ho mai conosciuta da viva. Lei, per me, esiste solo attraverso gli altri, nell’evidenza delle loro reazioni alla sua morte. Scavando a ritroso e attenendomi ai fatti posso dire che era una ragazza triste e una puttana. Nella migliore delle ipotesi era una fallita, un’etichetta che, del resto, potrei applicare a me stesso.

// James Ellroy, BLACK DAHLIA

LADY MUSA. Vorrei rinascere Charlotte

Figlia d’arte, musa, chansonnier, musicista, attrice, trend setter, modella, donna e madre … tra i migliori l’hanno voluta: BECK, AIR, MICHEL GONDRY, LARS VON TRIER, BALENCIAGA, YVES SAINT LAURENT e chissà quanti altri che non ricordo.

Così com’è, niente finzione, non c’è trucco e non c’è inganno ma qualcosa in più: la verità di un talento, la verità della bellezza e della sensualità,la verità del coraggio di sperimentarsi.

È sempre in gioco, sembra immersa nell’essenza più creativa dell’esistenza.

Se la Moda fosse una Donna potrebbe essere Charlotte.

Un inchino dunque.

TRIADE A REGOLA D’ARTE

  “Distrattamente” : è il modus con cui spesso guardiamo alcune immagini e per qualche motivo ne rimaniamo affascinati, interdetti, entrano nel nostro immaginario e ce le portiamo dietro come ricordo o come bagaglio visivo, a volte ci aprono un altro mondo che non abbiamo mai conosciuto.

Ma NOI, francamente, non ne abbiamo merito. Non è la NOSTRA sensibilità, non è la NOSTRA cultura, non il nostro spiccato senso estetico, è qualcosa di molto più banale, da un certo punto di vista: la professionalità.
Questa immagine è un capolavoro ma lo è perchè tre geni professionisti contemporanei hanno fatto il proprio lavoro. Per chiunque non lo sapesse la Foto è di Nick Knight, Styling e Abito sono di Alexander McQueen e l’Artista nella foto è Bjork.

Bene, nulla di nuovo probabilmente, ma quello che di nuovo potrebbe esserci è il pensiero, il soffermarsi  a capire cosa e chi produce il Bello. Il Bello non è un caso, non è una percezione…ma qualcuno che ha una reale esperienza del proprio talento e della propria professionalità. Tre nomi, dunque, un capolavoro. O più capolavori. Sono diverse infatti le realizzazioni che ha prodotto l’intesa di questi tre “professionisti”. Provate a guardare attraverso questa consapevolezza…